martedì 24 maggio 2011

CSI 2010/11 - le Pagelle del Capitano

N° 1 - Michele Mazzoni, 8: arrivato nel mercato di riparazione, dopo un’asta all’ultimo Euro tra Manchester City, Real Madrid e Rapid Paniga, entra subito in sintonia con la squadra, comandando come fosse un pullman dell’esercito la retroguardia giallo-verde. Infonde fiducia anche al suo pari ruolo. CONDUCENTE
N° 2 - Cristiano Colombini, 8: parte in sordina, forse anche perché sono anni che non calca un terreno di gioco, ma in un attimo ritrova il feeling con la palla ed il campo, ricopre più ruoli nella mediana sempre con risultati più che ottimi. MENTE
N° 3 - Matteo Colombini, 7.5: il voto non è certo quello che meriterebbe un giocatore come lui, ma la sua stagione è falcidiata da infortuni, l’ultimo gli ha fatto terminare anzitempo una stagione che poteva essere da incorniciare. Faro di centrocampo dall’intelligenza tattica inarrivabile, l’anno prossimo (menisco permettendo) potrà far fare l’ulteriore salto di categoria al Rapid. FARO
N° 4 – Luca Paniga, 7,5: capitano morale di questa formazione, sempre presente anche quando il fisico non gli permette di fare tutto quello che vuole, nelle poche presenze fa capire perché la società non si decide a venderlo, memorabile il golasso che ha steso il Campovico nel derby di ritorno. STANTUFFO
N° 5 – Roberto Marioli, 7: il mastino di centrocampo quest’anno ha sofferto molto la concorrenza, un po’ per mancanza di voglia, un po’ perché aveva altro da fare, non incide come l’anno scorso ma la sua presenza si va comunque sentire. INCOMPRESO
N° 6 – Paolo Luzzi, 7: un po’ troppo svagato, soffre la lontananza da casa mancando un po’ gli appuntamenti al campo. Quando il mister si ricorda di lui si fa però trovare pronto, sia in difesa che a centrocampo. JOLLY
N° 7 – Guido Donini, S.V.: vista la mal parata ha deciso giustamente di dedicarsi alla morosa e alla salute, la società lo aspetterà per l’anno prossimo, sperando di rivedere le sue sgroppate in fascia. MALANDATO
N° 8 – Gigi Paniga, 9: il bomber di razza alla fine è uscito, si è fatto un po’ attendere nel girone di andata, ma poi, la condizione fisica e la precisione sottoporta sono ritornate. Se aumentasse il rapporto gol fatti/mangiati, 1 su 4 occasioni, per le difese avversarie sarebbe notte fonda. LIVIGNASC
N° 9 – Chicco Raitelli, 8: se la classe non è acqua…il chicco è uno spumante DOC. Sente la sfida interna con Bricalli e fa vedere quello che molti pensavano già avesse, oltre alla mazza…Gran piedino, spesso si fa vedere anche in ripiegamenti difensivi ad aiutare la squadra, uomo assist che neanche Messi. PUNTELLO
N° 10 – Mirko Ferrari, 9: per il pagellista, una delle rivelazioni della stagione, parte in sordina, subendo la pressione e la presenza ingombrante del Brick, ma dopo un paio di scazzottamenti e chiarimenti vari, è tornato a pensare al calcio, dimostrando quello che di buono sapeva fare. Utilizzato in più ruoli, spesso non fa capire niente agli avversari, ed anche al Mister. DEMONI
N° 11 – Carlo Riva, 7,5: parte carico e voglioso di dimostrare quanto vale, alle prime esclusioni si intristisce e stizzisce, rimanendo, però, sempre presente. La classe non la discute nessuno e quando può la fa sempre vedere. IMMUSONITO
N° 12 – Massimiliano Del Barba, 10: vero fulcro della squadra, fa capire a tutti che non conta il nome ma solo la voglia di fare e la testardaggine, sempre presente, matti permettendo, si ritrova tra le balle un pari ruolo niente male, ma il primo 0 gol subiti è giustamente e meritatamente suo. UOMORAGNO
N° 13 – Maurizio Giboli, 7: doveva essere l’uomo della svolta, ma una miriade di infortuni e di impegni lavorativi lo hanno tenuto lontano dal campo per quasi tutto l’anno. Nelle poche apparizioni ha fatto capire il perché degli investimenti della società. Bomber mancato, deve riuscire a trovare la sanità fisica per dimostrare tutto il suo potenziale inespresso. BOMBA AD OROLOGERIA
N° 14 – Luca Bricalli, 9: bomber di peso, non fa in tempo ad entrare in campo che rompe i coglioni a tutti. Rischia di distruggere tutto, ma poi si ravvede e segue i consigli del mister e dei compagni diventando fondamentale soprattutto nel finale di stagione. Piede fino con palla ferma, deve ancora diminuire un paio di Kg. GASATO
N° 15 – Paolo Sangalli, 9: l’uomo di esperienza della squadra, aiuta tutto e tutti nel momento del bisogno, sempre presente nonostante sia diventato papà da poco. In fascia, destra o sinistra non fa differenza, sembra tornato l’esterno di un tempo. Condizionato nel finale di stagione dagli infortuni, tiene comunque unito il gruppo. COLONNA
N° 16 – Cristian Cucchi, 8: Il Maicon bianco non smentisce il suo nome, forse poco utilizzato, quando viene chiamato in causa non delude mai, grandi ripartenza, ottime chiusure e cross sempre alla marmellata. Anche per lui stagione piena di infortuni che non pregiudicano però il rendimento. SICUREZZA
N° 17 – Davida Paniga, 8: all’inizio della stagione sembra sentire troppo le pressioni, ma poi fa vedere quanto vale, sia in fase offensiva, che soprattutto in fase difensiva. Non molla mai, anche se il fisico ogni tanto lo abbandona, è sempre li ad aiutare il compagno di turno. DIESEL
N° 18 – Andrea Luzzi, 9: capitano di questa formazione di stelle, nonostante l’età non più verdissima e gli acciacchi fisici, non fa mai mancare il suo apporto. Puntello della miglior difesa del campionato, rompe i coglioni a tutti, avversari e non. CAGACAZZI
N° 19 – Marco Montelisciani, SV: La sa stagione è di quelle da dimenticare immediatamente, per ragioni di salute non può mostrare tutto il suo valore. Da ricordare soprattutto per i rifornimenti …. di carne. FIORENTINO
N° 20 – Dario Cusini, 9: un punto in più lo merita per i Km fatti, non in campo ma in macchina, non manca mai, sicurezza negli allenamenti e in campo quando serve fa sentire a tutti che lui c’è e vuole esserci. Punta e mazzott del centrocampo sempre presente anche sul taccuino dell’arbitro. OPERAIO SPECIALIZZATO
N° 21 – Efisio Massa, 7: Arrivato in riva all’Adda dall’alto lario per portare più sicurezza alla retroguardia, non si ricorda di avere numerosi impegni extracalcistici che gli pregiudicano il lavoro. Quando c’è si fa sentire … soprattutto per l’accento.  ECTOPLASMA
Mister – Gianluca del Barba, 10: ha il grande merito di saper gestire all’inizio dell’anno la polveriera Rapid, che sembra sempre sul punto di esplodere. L’uomo della applicazioni per I-phone mette la tattica ovunque. I suoi pronostici sono sempre sbagliati, ma alla lunga riesce la dove in molti prima di lui avevano fallito. AMMIRAGLIO.

Galleria di un Trionfo

Alcuni scatti dal match decisivo Rapid-Caspano
clicca per riprodurre la sequenza



(grazie a Jacopo & Marta)

domenica 22 maggio 2011

CSI: CAMPIONI !

Campionato CSI 2010/2011
Promozione Girone A
CAMPIONI !!!

Pro Loco Paniga - Rapid Paniga 39
F.C. Caspano - Arredo Casa 38
ASD “Villa Di Chiavenna C 7” Metior 34
Complimenti a tutti i "Gasati" !

CLASSIFICA Promozione A
SquadraGio.Pun.VintePersePareggiReti FReti SDiff.Reti
CTTOTCTTOTCTTOTCTTOTCTTOT
Rapid Paniga1839661212321332255713162928
Caspano1838661222411246247031225317
Villa Di Chiavenna1834561133610131376819173632
Ardenno183263922414528225015203515
Mera BarKamino1829369437202252752302353-1
Sporting Valch.1823336257415172239142842-3
Valm. RossiAlbino1821336549123172138182139-1
Postalesio Gel.K21821426549033221739252853-14
Campovico18202466410112202040292251-11
Valm. EnergiaAmbiente180000991800091322345084-62
GIORNATA 9°R
19-05-2011 21:00XArdenno3Campovico3
20-05-2011 20:301Postalesio Gel.K24Villa Di Chiavenna2
21-05-2011 17:00XRapid Paniga1Caspano1
22-05-2011 14:302Valm. EnergiaAmbiente3Sporting Valch.5
22-05-2011 15:301Valm. RossiAlbino3Mera BarKamino0

qualche foto (grazie a Dario):



< Piazza della VITTORIA!



(senza parole) >

sabato 21 maggio 2011

Non potete mancare!

Campionato CSI 2010/2011
Promozione Girone A
ULTIMA GIORNATA
sabato 21 maggio ore 17.00
campo sportivo di Campovico
RAPID PANIGA
contro
F.C. CASPANO


NON MANCATE col Vostro supporto, per vincere il Campionato!


mercoledì 18 maggio 2011

Comitato di Zona, incidente diplomatico?

L'incidente diplomatico a causa del consiglio sull'ospedale
Assessori assenti, la zona 3 si sente bistrattata

MORBEGNO (m.c.p.) Incidente diplomatico a Morbegno. Il comitato di zona 3 convoca l'assemblea per venerdì 13 maggio concordando con i diretti interessati, gli interventi degli assessori ai Lavori Pubblici Francesco Bongio e all'Urbanistica Cristina Pinciroli per parlare di statale 38 e di mobilità sostenibile.

L'emergenza ospedale porta alla convocazione di un consiglio straordinario, proprio la stessa sera e i due delegati della giunta non possono essere presenti all'assemblea. Il presidente Maurizio Pasina è risentito e accusa gli assessori di non essere attenti alle frazioni retiche: «potevano almeno avvertire, bastava una telefonata, visto che avevano dato la disponibilità a partecipare ed alcuni consiglieri della minoranza hanno fatto in tempo a venire».

La versione dell'assessore Pinciroli è però diversa. «È vero, abbiamo dato la disponibilità, ma dopo che è stato convocato il consiglio ho pregato il presidente Pasina di cambiare data, vista la concomitanza dei due appuntamenti. Considerato che la richiesta non è stata accolta abbiamo detto chiaramente che non saremmo stati presenti alla riunione di comitato». Insomma l'interesse sulle frazioni c'è ed anche la disponibilità ad illustrare progetti ed interventi (com'è stato dimostrato in molte altre occasioni), basta che ci si metta d'accordo.

Che ci sia stato un difetto di comunicazione? Forse è così.

La Provincia di Sondrio, 18 maggio 2011, pag.25 

lunedì 16 maggio 2011

CSI: 8° ritorno



L'Auto si ferma sul campo della Illumina Pentacom
e gli Immondi della Valmalenco vincono il torneo
SONDRIO - L'Auto si ferma (3-3 sul campo dell'Illumina Pentacom) e gli Immondi Cani della Valmalenco (4-0 alla Rasiga Tirano) vincono con una giornata di anticipo il girone B del campionato di calci a sette del Csi di Sondrio. L'esito dello scontro diretto in programma nell'ultimo turno non potrà modificare la classifica. 


Sarà invece lo scontro diretto dell'ultimo turno a decretare la vincitrice del girone A con la capolista Rapid Paniga che ha un punto di vantaggio sull'Arredo Caspano e potrà accontentarsi del pareggio. Nella penultima giornata la capolista ha rischiato il testa coda contro il fanalino Valmasino, fermo a quota zero, vincendo solamente 2-1 grazie ai gol dei Paniga (Davide e Luigi). 


Sofferto anche il successo dell'Arredo Caspano che ha prevalso 3-2 sul Campovico grazie alla doppietta di Cristian Cornaggia e al gol di Giovanni Pedroli che hanno vanificato la doppietta di Tomas Cerri. Dicevamo dell'Auto che non è andata oltre la spartizione della posta, vedendo spengersi le chance scudetto contro l'Illumina. 


I marcatori sono Rocco Monaco (2) e Luca Benvenuti per l'Auto e Roberto Della Maddalena, Tiziano Gandossini ed Eugenio Formolli per l'Illumina. Gli altri risultati: Astel Teglio-Bonni & Clyde 3-5 (Patrizio Andreoli, Andrea Della Franca e Cristian Bottoni; Flavio Cantoni, Michele Valesini, 2 Mssimiliano Bettini, Davide De Paoli), Amis de San Giuan- Balgera Postalesio 1-5 (Francesco Coelli; 2 Jacopo Paruscio 3 Andrea Paganoni), Castionetto-Triangia 0-3 (Roberto Fanchi, Mauricio Gomes, Michele

La Provincia di Sondrio, 20 maggio 2011, pag.31

Torneo di Calcio 2011

La 7^ edizione del Torneo di Paniga è al via!

Le iscrizioni sono aperte sino al 2 giugno, i sorteggi verranno effettuati il 3 giugno alle ore 21 presso al sede della ProLoco, mentre il 6 giugno inizieranno le partite.


per contatti:


tel. 348.91.244.76 oppure 348.18.279.84

domenica 15 maggio 2011

Inaugurato ufficialmente il Parco della Bosca

Morbegno - Da discarica a parco sovracomunale. Ne ha fatta di strada la Bosca, l'area verde fluviale protetta che si affaccia sull'Adda all'altezza di Campovico, frazione di Morbegno, che ieri pomeriggio è stata inaugurata ufficialmente dagli enti che ne hanno curato la rinaturalizzazione cioè Ersaf (ex Azienda foreste) Comune e Comunità montana. Presenti alla giornata Marco Cesca direttore generale di Ersaf, il dirigente del settore foreste di Ersaf, Enrico Calvo; gli amministratori comunali di Morbegno, il sindaco Alba Rapella con gli assessori Stefano Ciapponi, Cristina Pinciroli e Oreste Muccio, il presidente della Cm, Alan Vaninetti.

«A qualsiasi ora della giornata quando do un'occhiata alla Bosca vedo passare uomini e animali che qui hanno trovato un luogo di ricreazione e di svago, un posto dove fare passeggiate, un punto dove sostenibilità e benessere vanno a braccetto - ha affermato il sindaco Rapella -. Oggi con la sua inaugurazione si è conclusa una parte degli interventi al parco che sarà oggetto di successive qualificazioni e iniziative». Fra queste anche la futura e circoscritta zona di sguinzagliamento dei cani, che oggi hanno l'obbligo di muoversi nel parco solamente tenuti al guinzaglio.

CSI: 7°ritorno

Bene cosi, si mantiene la testa!!!


GIORNATA 7°R
05-05-2011 21:001Caspano6Sporting Valch.3
06-05-2011 21:002Campovico0Villa Di Chiavenna4
06-05-2011 21:302Postalesio Gel.K20Rapid Paniga3
08-05-2011 14:302Valm. EnergiaAmbiente1Mera BarKamino4
08-05-2011 15:30XValm. RossiAlbino3Ardenno3
CLASSIFICA Promozione A
SquadraGio.Pun.VintePersePareggiReti FReti SDiff.Reti
CTTOTCTTOTCTTOTCTTOTCTTOT
Rapid Paniga1635651112311231235412152727
Caspano1634561122410143236629215016
Villa Di Chiavenna1631551032510131316219123131
Ardenno163063922403325204512183015
Mera BarKamino16283694261012327502820482
Sporting Valch.1619325257314141731112536-5
Campovico1619246639101201535291645-10
Valm. RossiAlbino1618235448123132134142135-1
Postalesio Gel.K21617325549022181432232548-16
Valm. EnergiaAmbiente160000791600051318275077-59

sabato 14 maggio 2011

Calendario iniziative 2011

DATAINIZIATIVAORGANIZZATORE
8 maggioGita “60°Sagra del pesce” di CamogliPro Loco Paniga
24 maggioManifestazione di Fine Anno ScolasticoScuola primaria di Campovico
6 giugno-9 luglioTorneo di calcio a 7Pro Loco Paniga
25 giugnoGita parco acquatico “Le Vele”Pro Loco Paniga e Gruppo giovani Campovico
2 luglioGita lago Zancone (Valgerola)Pro Loco Paniga
16-17 luglioFesta di S. Maria Maddalena (Desco)Parrocchia e Associazione "Colmen, la montagna magica"
24 luglioTorneo di pallavoloPro Loco Paniga
31 luglioPescata lago TriangiaPro Loco Paniga e Pesca sportiva Desco-Paniga
31 luglioFesta patronale CermeledoParrocchia
16 agostoSpaghettata di Ferragosto (Desco)Parrocchia

2-3-4 settembre
Festa di PanigaPro Loco Paniga
11 settembreFesta di CampovicoParrocchia
18 settembrePanzo Ass.ColmenAss.Colmen la montagna magica
1-2 ottobreGita Volksfest StoccardaPro Loco Paniga e Gruppo giovani Campovico
9/16 ottobreCastagnata (Desco)Parrocchia
12 novembreManifestazione coralePro Loco Paniga,Scuola primaria Gianolo
18 dicembreFesta di NatalePro Loco Paniga,Gruppo Nu.vol.a.,Associazione "Colmen, la montagna magica",Parrocchia

Nuova Statale 38

Per documentare un minimo la più grande infrastruttura attesa (e per certi versi subita) dal nostro territorio, riporto alcune mappe relative alla Nuova Statale 38.

(maggiori dettagli nella discussione sulla SS38 sul forum Skyscrapercity)




Primo Lotto, primo stralcio (in corso di realizzazione)
Tratta Trivio di Fuentes-Cosio
Lunghezza 9.3 km in carreggiata doppia
Viadotti: Valtellina (lunghezza 3.850 metri), Fuentes (348 metri), Borgofrancone (106 metri).
Investimento: oltre 220 milioni di euro (di cui 97 da Regione Lombardia, Provincia di Sondrio ed enti locali)
Durata dei lavori prevista: 780 giorni
Data prevista di ultimazione: aprile 2011

Aggiornamento al 15/05/2011
I tempi previsti sono slittati all'estate del 2012, mentre i costi, soprattutto per il problema delle concessioni al prelievo del materiale dalla cava del Tartano aumenteranno (chi dice di 18, chi dice di 45 milioni di euro).
Segnalati nel luglio 2010 interessamenti della 'ndrangheta per i movimenti terra, connessi alal vicenda Perego Strade.

in rosso il tracciato previsto

Primo Lotto, secondo stralcio (in attesa di copertura finanziaria)
Tratta Cosio-Tartano (cosiddetta Tangenziale di Morbegno)
Lunghezza 9.65 km in carreggiata semplice
Gallerie: SelvaPiana (2.738 metri), Paniga (2.313 metri)
Viadotti: Adda-Bitto (290 metri), Adda-Talamona (128 metri), ponte Orobia (30 metri)
Investimento: 279 milioni di euro
Durata dei lavori prevista: 3 anni e 5 mesi
Date previste: appalto nel 2010, avvio dei lavori maggio 2011 e conclusione primavera del 2014

Aggiornamento al 15/05/2011
Nonostante le rassicurazioni date a marzo durante la visita del Ministro Matteoli, il progetto manca ancora della copertura economica, principalmente dei soldi (60 milioni) attesi con delibera CIPE. Ufficiosamente la riunione di maggio non ha deliberato per mancanza di non meglio precisati pareri locali.

 in verde il viadotto/rilevato ed in giallo le due gallerie previste

Tratta Campovico-Paniga
Contrariamente al progetto iniziale, che prevedeva un breve viadotto (40 metri circa) sul Tovate ed un tracciato molto più interno alla montagna -per altro ancora valido per l'eventuale raddoppio-, l'attuale esce dalla galleria in prossimità della chiesa di Campovico per procedere esposto a mezza costa per circa 500 metri sino ai piedi dei Torchi Bianchi. Questo ufficialmente per un migliore accesso alal galleria in caso di emergenze e per ridurre i costi della tratta.

Dietro proposta del Comune di Morbegno si è costituito un gruppo di lavoro di Comitati di Zona e cittadini che ha elaborato alcune richieste:

I residenti della frazione Campovico hanno proposto una revisione al ribasso delle quote che permettesse alla galleria Selvapiana lo sbocco 100/150 mt piu' ad est, superando gia' il torrente Tovate, in modo da non impattare tanto sul nucleo abitato sia dal punto visivo che per rumore e fumi.
Il tracciato attuale difatti esce nel punto piu' alto ed esposto della frazione, nelle vicinanze della chiesa arrivando fino ad 11 mt dalle abitazioni, supera il Tovate e l'omonima valletta con un ponte e scende su un rilevato artificiale di 20/25 metri di altezza prima di reinserirsi in galleria.
Anas adduce problemi di costo, senza chiarirne l'ordine di grandezza.

Altri rilievi critici sono il rischio idrogeologico (il versante alle spalle di Paniga ha molti episodi di cadute massi sul centro abitato, anche recenti) e la criticita' del traffico veicolare attuale (specialmente per il tratto di Campovico) insostenibile in caso di aggiunta del traffico di cantiere.
 
la situazione allo sbocco di Campovico
Terzo stralcio (raddoppio Cosio-Tartano)Anas ha confermato la possibilita' di un raddoppio della tratta, utilizzando per l'eventuale nuova carreggiata il tracciato piu' a nord, interno al versante e rettilineo dell'ipotesi originariamente al CIPE.

Lotti successivi (Tartano-Tirano)
Oltre alle opere attualmente in discussione esistono "nei magazzini ANAS" (testuali parole) ipotesi progettuali risalenti ai primi anni 2000 per i successivi lotti che non e' previsto portare avanti "in quanto non ne e' ipotizzabile il finanziamento". Fa eccezione la cosiddetta Tangenziale di Tirano, originariamente accorpata per il finanziamento alla Tangenziale di Morbegno ed ora disaccoppiata per via dell'iter progettuale meno avanzato. Nel corso dell'incontro di marzo 2011 si è infatti prospettato di dirigere i relativi fondi al completamento della tratta di Morbegno impiegando i successivi ribassi sulla tratta di Tirano.

Nello schema di seguito:
IN GIALLO le mete sciistiche piu' frequentate
IN BLU i tratti di statale completata (a una corsia per senso di marcia, nata nel post alluvione'87)
IN ARANCIO le tratte in progetto, mancanti di copertura finanziaria (a una corsia per senso di marcia)


La cava del Tartano

TALAMONA(a.a.) Si terrà a breve il secondo incontro con i proprietari dei terreni di Talamona interessati dai lavori di cava del materiale che sarà impiegato per la realizzazione dei tratti in rilevato del primo stralcio della nuova statale 38 il cui cantiere dovrebbe partire a breve. Dopo la prima riunione, che si è svolta a dicembre per chiarire le modalità e i tempi dell'intervento, nei prossimi giorni ci sarà un ulteriore incontro con i proprietari e l'impresa impegnata nei lavori di cava dei massi pari a 1.600.000 metri cubi che saranno impiegati per la nuova statale.


Da chiarire ci sono questioni quali le opere di bonifica successive alla rimozione dei massi, i rapporti con il Comune, che ricaverà da questa operazione 600.000 euro anche per le implicazioni sul territorio di questi lavori e con i proprietari dei fondi. Secondo quanto previsto, i lavori dovrebbero svolgersi nell'arco di un anno e mezzo, in concomitanza con quelli per la nuova statale. Si calcola che, durante quel periodo, il traffico dei mezzi pesanti, impegnati nel tragitto tra il Tartano e il cantiere della nuova 38 sarà pari a un camion al minuto. «La rilevanza delle ricadute anche sul traffico saranno quindi notevoli e per questo si terranno incontri con i Comuni interessati - ha spiegato il sindaco Domenico Luzzi - in primis con Morbegno, che è già stato contattato per la questione».


Il sindaco di Talamona ha fatto riferimento anche all'altro imponente intervento che riguarda la zona del Tartano ed è legato alla messa in sicurezza: «Conosciamo da anni la situazione di questo dissesto che rappresenta uno dei maggiori problemi idrogeologici del paese - ha detto Luzzi - e allo stesso modo conosciamo l'entità e la rilevanza degli studi che sono stati condotti sulla zona ed hanno portato alla definizione del progetto per la messa in sicurezza. Ciò che rimane poco chiaro e ancor meno convincente sono le spiegazioni ormai insostenibili dei ritardi che la Provincia ha accumulato nell'iter di appalto dei lavori. Palazzo Muzio si sta assumendo delle responsabilità notevoli in termini di sicurezza, visto che fino ad oggi il territorio ha retto ma il problema rimane aperto e con esso permane il rischio per il paese».

La Provincia di Sondrio 04/03/2009
Successivamente alle autorizzazioni concesse dalla Provincia di Sondrio alla Salini (agiudicataria dei lavori del primo stralcio) per il prelievo del materiale, il ricorso al TAR di alcuni proprietari dei fondi che tenevano a cavare in proprio (uno dei ricorrenti è la BetonDuca) ha prodotto una sentenza di illegittimità, sospesa dal Consiglio di Stato in attesa di sentenza prevista per il 31 maggio.



Nella mappa:
IN ROSSO l'area di prelievo del materiale, ovvero l'area invasa dal torrente nel 1885 (prima sede di coltivazioni di gelso)
IN GIALLO il tracciato attuale della SS38 (in viadotto dal 1985)
IN AZZURRO il tracciato della ferrovia (dal 1903 spostato in galleria)
IN VERDE impianto di frantumazione esistente

lunedì 9 maggio 2011

Comitato di Zona: assemblea

In data 13 maggio 2011 ore 20.30 presso palestra scuola G.Parravicini di Campovico è convocata Assemblea Pubblica del Comitato di Zona 3.
Ordine del Giorno :     
  1. S.S.38 Aggiornamento per lo stralcio B e illustrzione progetto definitivo;
  2. Realizzazione di un ponte sul fiume Adda, in località "centrale di Campovico";
  3. Viabilità "Frazioni Retiche".

Ospedali, che succede?

La situazione ospedaliera in valle è critica, non bastassero le prospettive di tagli sempre in agguato, anche gli ultimi interventi in fatto di infrastrutture portano ad uno scenario desolante:
  • a Sondrio dopo l'incendio del 2009 ancora latita un impianto antincendio in regola, persino nei nuovissimi spazi messi a disposizione nell'ala di raccordo sovrastata dall'imponente piazzola d'atterraggio e si lavora "in deroga" alle norme;
  • a Morbegno cedimenti strutturali pregiudicano il cantiere in corso (ed in ritardo) e costringono al trasloco dei degenti in altri ospedali;
  • a Chiavenna il nuovo blocco operatorio evidenzia sconcertanti errori di realizzazione
Se già si ha poco da poter investire e quel poco lo si sperpera si rischia di uccidere la nostra sanità pubblica!

giovedì 5 maggio 2011

Parco della Bosca: inaugurazione

MORBEGNO Un parco per la città, ma anche un corridoio naturale per avvicinare la sponda retica a quella orobica. Stiamo parlando del Parco della Bosca, un tempo discarica della cittadina del Bitto, oggi il giardino dei morbegnesi grazie all'intervento di Ersaf, Comune e Comunità montana Morbegno che invitano tutti a partecipare, sabato 14 maggio all'inaugurazione dell'area protetta, il cui valore ambientale, sperimentale, didattico e ricreativo, è frutto dei lavori di riqualificazione realizzati da Ersaf attraverso due progetti.

Il primo, “Rinaturalizzazione del fosso di Campovico e creazione di zone umide con finalità didattico-naturalistiche”, è stato avviato nel 2008 e concluso nel 2009 grazie al co-finanziamento di Fondazione Cariplo, Comune di Morbegno e Comunità montana di Morbegno. Ha avuto come obiettivo principale quello di migliorare gli aspetti paesaggistici ed ecologici delle aree del Parco, aumentare la biodiversità e favorire la ricostruzione di habitat naturali che hanno riportato nella zona molte specie animali che da anni facevano la loro comparsa solo saltuariamente.

martedì 3 maggio 2011

Ponte di Campovico: protocollo d'intesa

Il progetto per Campovico
Protocollo d'intesa per il nuovo ponte sull'Adda
La Sem preme per accelerare le procedure visto il suo progetto di trasformazione dell'ex centrale


I 5 percorsi per il nuovo ponte

MORBEGNO (m.c.p.) Siamo ancora lontani dalla fase esecutiva, anche se la Sem preme per partire al più presto con i lavori del nuovo ponte sull'Adda, ma intanto si lavora al protocollo d'intesa che dovrebbe fissare i punti cardine dell'operazione viabilistica della zona nord, strategicamente importante da diversi punti di vista, non ultimo quello economico, visto che tra i soggetti finanziatori ci sarà anche un privato, la Sem, appunto che nell'ex centrale idroelettrica di Campovico costruirà il suo secondo impianto per il teleriscaldamento.

Il Comune di Morbegno, poco prima delle vacanze di Pasqua, ha fatto pervenire alla Provincia di Sondrio e alla Sem una copia della bozza di convenzione che si dovrà ora discutere ed eventualmente modificare. «È una proposta quella da noi formalizzata - sostiene l'assessore ai Lavori Pubblici Francesco Bongio - gli altri enti potranno dire la loro, suggerendo correttivi o integrazioni.

lunedì 2 maggio 2011

Arrestato a Morbegno esponente della Ndrangheta

MORBEGNO Cosa ci facesse un noto esponente della 'ndrangheta calabrese a bordo di uno scooterone Yamaha, nel tardo pomeriggio - erano circa le 17 di venerdì - sulla strada che dal ponte di Ganda di Morbegno sale per San Bello, sulla costiera retica, non è dato sapere.

Quasi certamente non era una gita di piacere la sua, anche perché un latitante degno del carcere di massima sicurezza non può permettersi il lusso di farsi una scampagnata in moto, per giunta lontano da casa.
Gli inquirenti ne sono sicuri: il 48enne super latitante Franco Crivaro - ricercato dalla Dda di Milano per reati legati allo spaccio, alla detenzione di droga e all'usura - in Valtellina c'era per un solo motivo. Incontrare qualcuno.

Che poi questo qualcuno fosse residente in Valle oppure venisse da fuori e avesse appuntamento con lui in un luogo appartato sarà tutto da appurare, ammesso e non concesso che il Crivaro parli.
Poco importa, però. Quel che conta è che uno come lui sia stato assicurato alla giustizia.

Il 48enne erbese, da venerdì sera si trova infatti associato al San Vittore di Milano, dove è sottoposto al regime del 416 bis, il carcere di massima sicurezza che la struttura di via Caimi a Sondrio non poteva certo garantire.

Crivaro venerdì pomeriggio stava salendo lungo i tornanti che si arrampicano sul versante retico, quando si è visto letteralmente circondare da alcune auto civetta. E quando gli agenti in borghese si sono avvicinati a lui, il latitante non ha nemmeno provato a negare. Anzi. «Quello che cercate sono io», avrebbe dichiarato agli agenti di Sondrio e Milano che hanno messo a segno questa brillante operazione - proprio il caso di definirla così - ponendo fine alla sua latitanza che durava ormai da metà luglio, da quando era sfuggito all'ordine di cattura spiccato per quella maxi operazione "Crimine infinito" messa a segno contro la 'ndrangheta in Lombardia che portò 300 persone dietro le sbarre.

domenica 1 maggio 2011

CSI: 6°ritorno

Congratulazioni a tutta la squadra per aver raggiunto la vetta:
con la medesima determinazione vogliamo mantenerla!!!


Calcio a 7 csi
Rapid in vetta al girone A

SONDRIO - (p.g.) È arrivato il Rapid (Paniga) in cima alla classifica del girone A di promozione del Csi di Sondrio. Ha sorpassato l'Arredo Caspano. Il Rapid ha conquistato la vetta della graduatoria spengendo 5-2 il Kamino. Il trascinatore è Luigi Paniga, autore di una quaterna.

Il Caspano ha perso la testa, cadendo di schianto 6-2 sul campo della Metior Valchiavenna. Fra i padroni di casa, artefice del successo Andrea Triulzi: tripletta. Resta in scia, staccata di tre lunghezze, l'Ardenno Sportiva che ha vinto 2-0 sullo Sporting Valchiavenna grazie ai sigilli di Mauro Villani e Valentino Speziali.

Nel girone B è sempre duello fra la capolista Valmalenco e l'inseguitrice l'Auto. I malenchi si sono imposti 5-3 sul Castionetto con i gol di Alberto Fortini, Gabriele Piani, Simone Del Marco e Federico Del Barba. Per il Castionetto gol di Lorenzo Pola, Walter Svanosio e Maurizio Lanfranchi. Di misura il successo de l'Auto sulla Rasiga Tirano. L'Auto ringrazia i gemelli del gol Luca Benvenuti e Fabrizio Dell'Oca, a segno con il compagno Rocco Monaco. La Rasiga che schiera ex giocatori di Brusio e Poschiavo ha reso la vita dura ai sondriesi con le reti del roccioso bomber Antonio Pola e di Luca Cathieni.

La Provincia di Sondrio, 7 maggio 2011, pag.28

Gita a Camogli

PRO LOCO PANIGA organizza

60° sagra del pesce di Camogli

Domenica 8 maggio 2011

Programma:

  • Ore 5:30 partenza da Paniga (Palazzo Scolastico) 


  • Ore 10:00 arrivo a Camogli (GE)


  • Ore 10:00 inizio 60° edizione sagra del pesce


  • Ore 17:30 Partenza per Paniga (ore 22,30 circa arrivo)



  • ISCRIZIONI : 20 eur

    Per ulteriori Informazioni e iscrizioni (entro e non oltre sabato 30 aprile):
    339 1422638 Vittorio ; 380 7016771 Massimiliano

    ProLoco Paniga declina ogni responsabilità su danni a cose e persone