mercoledì 12 dicembre 2012

Festa di Natale 2012

 
 
 

FESTA DI NATALE 2012

Domenica 23 dicembre
Sagrato della chiesa "Madonna delle Grazie" di Paniga
Dalle 15,30 in poi..
Festa di Natale, con recita dei bambini dell'oratorio,
estrazione lotteria di Natale e
rinfresco per tutti.
 
                                        Pro Loco Paniga, Associazione Colmen, Parrocchia,
                             Associazione Torchi Bianchi, Associazione Volontari Campovico.

venerdì 16 novembre 2012

Statale38: il primo lotto pronto ad aprile

Valtellina, il primo lotto della Statale 38 sarà pronto ad aprile

15 novembre 2012 

(Ln - Milano) Si è riunito a Palazzo Lombardia il Collegio di vigilanza Valtellina, con l'obiettivo di verificare, in particolare, lo stato d'avanzamento degli interventi che riguardano la realizzazione variante alla Strada statale 38 dal Trivio di Fuentes al Tartano. Al tavolo, presieduto dall'assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia Andrea Gilardoni, hanno partecipato il presidente della provincia di Sondrio Massimo Sertori, i rappresentanti dei Comuni e delle Comunità montane del territorio e il capo compartimento di Anas Claudio De Lorenzo.
 
I LOTTO IN ESECUZIONE - Dopo una verifica puntuale dello stato delle opere, con cui Anas ha evidenziato che, malgrado l'avvenuta ripresa a regime delle lavorazioni sul cantiere, non sarà possibile ultimare l'opera entro Natale, il Collegio di vigilanza ha determinato che l'apertura dell'opera debba essere assicurata entro il 30 aprile 2013. "Al fine di garantire il rispetto dei tempi e per evitare che ci siano ulteriori slittamenti, abbiamo chiesto esplicitamente di avere un monitoraggio puntuale delle varie fasi di lavorazione - ha affermato Gilardoni -. A nome dell'intero Collegio di vigilanza ho chiesto ad Anas di prendere questo impegno. Condivido il disappunto del territorio riguardo l'ulteriore protrarsi dei lavori di un'opera fondamentale per i collegamenti con la Valtellina e l'intera provincia di Sondrio".
 
AGGIUDICAZIONE LAVORI, II STRALCIO - Anas ha dato assicurazione che l'aggiudicazione provvisoria della gara di appalto integrato in corso, relativa al secondo stralcio, sarà conclusa entro il 15 marzo. "Si tratta di una notizia importante - ha commentato l'assessore - per dare avvio a una parte necessaria a garantire la completezza dell'opera". Infine, per quanto riguarda la variante di Tirano, il Collegio di vigilanza ha ribadito l'impegno a sollecitare il Ministero a procedere nell'indizione della Conferenza dei servizi sul progetto definitivo.

martedì 16 ottobre 2012

Festa del Torrone


Pro Loco Paniga
parteciperà alla Festa del Torrone di Cremona domenica 18 novembre 2012.
Per unirvi a noi informatevi contattandoci su facebook, cercando il contatto Paniga Net ,oppure scrivete a paniga.net@gmail.com

http://www.festadeltorronecremonait/

guarda il video http://youtu.be/5C3rQPG0mRc

giovedì 13 settembre 2012

Statale38: ancora fermi i lavori del primo lotto

Ancora fermi i lavori per la realizzazione della statale 38 in Bassa valle. Dopo la pausa estiva il cantiere non ha riaperto.

Nonostante le rassicurazione uscite dall'incontro di fine luglio a Sondrio tra la stazione appaltante Anas e la ditta appaltatrice, il gruppo Ics Grandi lavori di Claudio Salini, alla presenza anche dell'assessore regionale alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo, il blocco è stato confermato. E con esso il ritardo nella consegna dell'opera che difficilmente potrà essere pronta per la fine dell'anno.

Alla base di tutto, del rallentamento dei lavori a partire già da maggio e del blocco attuale cioè, c'è la questione dei pagamenti: il gruppo Ics Grandi lavori ha aperto un contenzioso con Anas, con atto di citazione per 130 milioni di euro, per non aver ricevuto alcun finanziamento.

Durante l'incontro di fine luglio la Salini aveva lamentato un'esposizione finanziaria di oltre 38 milioni di euro. Di questi 22 riconosciuti dalla competente commissione come maggiori costi per il materiale. 
Il problema è che Anas è disposta a riconoscerne soltanto 16,5 in più. E non è tutto. I 22 milioni riguardano le forniture fino al 31 gennaio e la preoccupazione della Salini è che sulla restante parte Anas voglia aprire un nuovo contenzioso con tempi indefiniti piuttosto che riconoscere gli stessi criteri di giudizio.

Sarà dunque necessario trovare un nuovo accordo. L'incontro tra Anas e Ics dovrebbe essere nei prossimi giorni. Così almeno rassicura il presidente Sertori che confida nella possibilità di una fumata bianca. Intanto però il cantiere ha accumulato ritardi tali per cui si renderà necessario rivedere tutto il cronoprogramma. «Per il momento è impossibile fare il punto della situazione - dice Sertori -. Non appena sarà raggiunto l'accordo e i lavori riprenderanno, allora sarà mia premura chiedere la convocazione di un nuovo collegio di vigilanza per ridefinire i nuovi tempi».

Fonte : LaProvincia

domenica 2 settembre 2012

Camminata non competitiva - Paniga 2012

FESTA DI PANIGA 2012

CLASSIFICA CAMMINATA NON COMPETITIVA


1Arduini Paolo20'24''
2Gusmeroli Alessandro20'28''
3Fascendini Gabriele21'37''
4Re Cristian21'39''
5Arduini Giovanni21'40''
6Memè Nicola21'58''
7Zugnoni Cinzia22'55''
8Tosarini Ilario23'05''
9Mazzoni Andrea 23'06''
10Canclini Fabio23'19''

SOTTOSCRIZIONE A PREMI 23° FESTA DI PANIGA


mercoledì 29 agosto 2012

Morbegno, nuova piscina pronta nel settembre 2013

MORBEGNO - La nuova piscina della Bassa Valle sarà pronta per settembre del prossimo anno. Finalmente c'è una data certa per la futura struttura natatoria che sta prendendo forma negli spazi adiacenti al polo fieristico di Morbegno.

«I lavori stanno procedendo regolarmente rispettando la scaletta programmata a inizio opera - spiega il vicesindaco Mauro Monti -. Quindi se si procederà costantemente in questa direzione è verosimile che il cantiere si chiuda a giugno del prossimo anno, calcolando poi i tempi delle ultime supervisioni tecniche e dei permessi dei vigili del fuoco, a settembre 2013 la piscina sarà fruibile dal pubblico».

La realizzazione dell'impianto sportivo, sostenuto da Cm e dal Comune è stata affidata, con un ribasso a base d'asta del 46,98%, all'Ite group srl di Modena. Il cantiere - supervisionato dal direttore dei lavori, ingegner Andrea Castelli - è stato aperto nell'area tra il polo fieristico e il centro zootecnico morbegnese. Mentre il progetto della nuova piscina porta la firma di un team di professionisti, fra i quali l'architetto morbegnese Luca Volpatti (che ha firmato il progetto della struttura fieristica) e prevede la realizzazione di tre vasche, una principale e due più piccole.

Inoltre nella nuova costruzione è previsto un piano interrato di uso accessorio e per vani tecnologici, un piano parzialmente rialzato per la hall di ingresso, bar e servizi, un piano terra per la sala vasche, a doppia altezza e dotata di una vasca semiolimpionica, una vasca per la ginnastica e una vasca ludica riservata in particolare ai bambini.
E a questo punto, dopo tanto parlare, pare proprio che il mega complesso sportivo si stia definendo in termini chiari e precisi. Nella piscina ci sarà un occhio di riguardo anche per i disabili.

La direzione lavori della futura struttura sportiva, il progettista, il responsabile del procedimento, l'associazione Tecnici senza barriere e i futuri gestori della piscina (un'associazione temporanea formata da Futura Ssd, già gestore dell'attuale piscina morbegnese, Futura Snc di Picozzi, Associazione dilettantistica sportiva e culturale Futura di Vedano al Lambro) insieme ai vertici della Cm hanno stabilito di aggiungere alcuni correttivi alla progettazione a favore di chi è colpito da handicap per migliorare la fruibilità della struttura.

E per una piscina che apre, un'altra chiuderà i battenti. Si sta pensando a come riempire gli spazi che il prossimo anno verranno dismessi. La vasche di Morbegno, che hanno sede nel palasport di piazza Aldo Moro oggi gestito dalla società Futura, cesseranno di esistere dall'entrata in funzione del nuovo centro natatorio mandamentale. Ed è proprio per le limitate capacità del palazzetto morbegnese - troppo piccolo ormai per le numerose richieste dell'utenza - che si è pensato al complesso sportivo vicino al polo fieristico. Svuotata della sua funzione, l'attuale piscina dovrà trovare uno scopo.

«Sinora si era pensato, in accordo con la Provincia - titolare della struttura scolastica adiacente alla piscina - e con l'Ufficio scolastico, di destinare la piscina a palestra e aule del vicino istituto professionale. Ora però bisognerà capire che fine faranno le Province ed eventualmente riparlarne - spiega Monti -. Mentre lo spazio del palazzetto verrà mantenuto tale e gestito da società sportive con le quali prenderemo accordi».

Fonte: LaProvincia

giovedì 2 agosto 2012

CALCIO SAPONATO: calendario e regolamento

Sono di seguito disponibili il regolamento ed il calendario del Torneo

Le squadre sono pregate di presentarsi 45 minuti prima della propria partita per adempiere al completamento dell'iscrizione, i cui moduli possono essere scaricati da questo link.


Documenti allegati:

venerdì 20 luglio 2012

CAI Morbegno - 50x50: Teo presente!

A rappresentare Paniga nell'evento organizzato per i cinquant'anni del CAI Morbegno ha pensato Teo, qui immortalato sulla cima del Badile: congratulazioni e...la prossima volta non scordare la maglia ufficiale!!! 






50 cime e 246 alpinisti: successo per i festeggiamenti del Cai. 
L'iniziativa in occasione dei 50 anni della sezione di Morbegno.


LE FOTO


Domenica 15 luglio si è svolta la manifestazione delle “50 cime”. Per festeggiare i 50 anni della sezione di Morbegno del Club Alpino Italiano, si è scelto di creare appunto cinquanta gruppi che salissero, in contemporanea, altrettante cime. La manifestazione ha avuto un grande successo.


LA GIORNATA
Duecentoquarantasei alpinisti, alcuni in erba, hanno dato la loro adesione. Così sabato scorso (per le mete più lontane) o domenica mattina sono tutti partiti, ciascuno per la propria cima. La giornata di sabato non è stata metereologicamente favorevole e questo ha leggermente influito sullo svolgimento di alcune ascensioni; alcuni dei salitori delle vie più impegnative hanno infatti trovato la propria via bagnata o ghiacciata, costringendo a ripiegamenti o a cambi di meta all’ultimo istante. La coda di maltempo ha lasciato alcuni strascichi anche alla domenica mattina, per cui alcune cime sono state raggiunte in piena nebbia. Tutto sommato però tutto si è svolto per il meglio, senza incidenti o imprevisti, se non trascurabili. Il pomeriggio poi il tempo è volto decisamente al bello, asciugando e riscaldando gli infreddoliti e aggiustando gli sfondi per le fotografie. In vetta i partecipanti hanno indossato la maglietta preparata per l’occasione e hanno testimoniato il raggiungimento della meta con un autoscatto.


IL RIENTRO
Poi è cominciato il rientro verso il ritrovo finale, fissato per le 18 al complesso di San Giuseppe, a Morbegno. I salitori delle mete più vicine hanno potuto prendersela comoda e scendere con tranquillità. Gli altri, chi più chi meno, hanno dovuto coprire il dislivello, spesso di molto superiore ai 1000 metri, in tempi ristretti per arrivare puntuali all’appuntamento. Qui, i cinquanta gruppi si sono finalmente ritrovati, scambiandosi descrizioni e commenti sulla propria salita, davanti ad una cena preparata con professionalità dai volontari dell’Oratorio. Intanto nelle postazioni appositamente preparate, sono state scaricate le fotografie di cima e direttamente proiettate durante la serata. I brindisi finali hanno chiuso la manifestazione.

Fonte: ufficio stampa - Vaol

giovedì 19 luglio 2012

Strettoia di Ganda: a settembre i lavori

MORBEGNO - Allargamento della strettoia al ponte di Ganda adesso ci siamo: la Provincia ha affidato l'appalto e a settembre partono i lavori dell'opera tanto attesa dalla popolazione e dal Comune di Morbegno.

Sono soddisfatto, con questo atto finalmente si dà concretezza a un intervento che attendiamo tutti da molto tempo - dice l'assessore ai Lavori pubblici di Morbegno, Francesco Bongio, dopo l'annuncio della notizia nell'ultimo consiglio comunale - ora la parola spesa dalla Provincia sul bando e quindi sull'avvio delle opere ha un'effettiva connotazione di concretezza» che viene conferita a un intervento - che sarà realizzato dalla ditta Fimet s.p.a. di Brescia - sul quale sono dirottati 500mila euro. Nell'ultimo consiglio comunale è stata annunciata la tempistica del sospirato - perché sistematicamente rimandato - intervento viabilistico per ampliare il budello sopra al ponte di Ganda.

Da anni, infatti, questo intervento lo attendevano tutti, istituzioni locali e cittadini che sull'ampliamento al brusco restringimento della carreggiata (due auto insieme in quel punto non ci passano) sulla provinciale Valeriana nel Comune di Civo poco sopra al ponte di Ganda (tratto di cui beneficiano gli abitanti della frazione morbegnese di Campovico) avevano addirittura sollevato una protesta popolare proponendo una raccolta firme.

E in vista dell'intervento, gli abitanti delle frazioni retiche di Morbegno chiedono contemporaneamente maggiore sicurezza sulle strade che attraversano Paniga e Campovico. E lo hanno fatto in modo ufficiale durante l'ultimo comitato di zona 3 di Campovico, Paniga e Desco.

Del resto la strada che le attraversa è sfruttata come tracciato alternativo alla Statale 38, «e, siamo convinti, il traffico aumenterà in vista dell'allargamento della strettoia del ponte di Ganda - ha detto il presidente del Comitato, Maurizio Pasina - Per questo motivo abbiamo già fatto presente all'amministrazione comunale il bisogno di sicurezza che i cittadini sentono quotidianamente».

Fonte: LaProvincia

lunedì 16 luglio 2012

Premio Spadolini Nuova Antologia


(Spero che la proverbiale modestia del Massy mi perdoni, ma ritengo ci si debba congratulare pubblicamente. -Lele-)


Assegnata la XVI edizione del Premio Spadolini Nuova Antologia

I vincitori sono: Ettore Costa e Lara Piccardo premio ex-aequo di €1500,00 per la tesi di laurea,
Omar Ottonelli e Massimiliano Paniga premio ex-aequo di €1500,00 per la tesi di dottorato.
A Michelangela Di Giacomo, Maria Taglienti e Maria De Nicola vanno rispettivamente i
riconoscimenti del Presidente della Repubblica, del Presidente del Senato e del Presidente della
Camera.

La cerimonia di consegna cui parteciperà il Ministro della cooperazione Andrea Riccardi,
ordinario di storia contemporanea alla Terza Università di Roma, avrà luogo giovedì 5 luglio p.v.
alle ore 15.30 nella “Sala Spadolini” alla Biblioteca della Fondazione Spadolini Nuova Antologia
Spadolini Nuova Antologia, via Pian dei Giullari 36/A.

martedì 26 giugno 2012

TorneoC7 2012: calendario e risultati

CLASSIFICA FINALE
1° SQUADRA CLASSIFICATA (coppa Pro Loco Paniga) : OMZ

2° SQUADRA CLASSIFICATA (coppa Termoidr. Paniga) : SOTTOFONDI LIBERA
3° SQUADRA CLASSIFICATA (coppa Falcetti F. Fabbro-Idr.) : TERM. DEL GROSSO
4° SQUADRA CLASSIFICATA (coppa Domus 2000) : AUTOSANDRETTI

MIGLIOR GIOCATORE (coppa Caffè della Posta) : ROMEGIALLI R. (Sottofondi Libera)
CAPOCANNONIERE (coppa Falegnameria Paniga) : 10 goal - ZANOTTA M. (OMZ)
MIGLIOR GIOCATORE FINALE (coppa PTF) : GOBBI A. (OMZ)
MIGLIOR PORTIERE (coppa Perlini C. Scavi) : VANOLI L. (OMZ)
MIGLIOR GIOVANE (coppa Ferrari acconciature): CARACCIO S. (OMZ)


[...]
9° giornata:
SERONE VIVO 3 - IMPR. EDILE BARAIOLO 3
OMZ 3 - BAR PANIGA 0
STUDIO CIOCCA SALINI 0 - X FACTOR 2
8° giornata:
MACELLERIA STRIGIOTTI 5 - AUTOTRASPORTI CANCLINI 1
I KODA 1 - SOTTOFONDI LIBERA 4
GELATERIA KISS 2 - ACLI VILLATICO 3
7° giornata:
IL CAPRETTO 3 - TERMOIDRAULICA PANIGA 1
TECNOINVEST 1 - BAR PANIGA 3
BAR JOLLY 6 - SPAZIODOMUS 2
6° giornata:
IMPR EDILE BARAIOLO 1 -TECNOINVEST 4
SERONE VIVO 1 - OMZ 3
STUDIO CIOCCA SALINI - TERMOIDRAULICA DEL GROSSO: posticipata a lun.25
5° giornata:
AUTOSANDRETTI 1 - TERMOIDRAULICA PANIGA 1 
STUDIO CIOCCA SALINI 6 - I KODA 2
 BAR JOLLY 0 - ACLI VILLATICO 0
4° giornata:
CAFFÈ DELLA POSTA 2 - GELATERIA KISS 0
IL CAPRETTO 2 - MACELLERIA STRIGIOTTI 3
X FACTOR 6 - I KODA 2
3° giornata:
X FACTOR 4 - TERMOIDRAULICA DEL GROSSO 2
CAFFÈ DELLA POSTA 1 - SPAZIODOMUS 4
AUTO SANDRETTI 6 - MACELLERIA STRINGIOTTI 2
2° giornata:
IMPR. EDIL. BARAIOLO 4 - OMZ 2
STUDIO CIOCCA SALINI 1 - SOTTOFONDI LIBERA 5
SERONE VIVO 0 - BAR PANIGA 5
1° giornata:
SERONE VIVO 1 - TECNOINVEST 3 
BAR JOLLY 7 - GELATERIA KISS 3
IL CAPRETTO 7 - AUTOTRASPORTI CANCLINI 2


venerdì 15 giugno 2012

Statale38: pubblicata sulla GU la delibera CIPE

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 138 del 15.6.2012 è stata pubblicata la delibera del Cipe n. 21 del 23 marzo 2012, ora ANAS in quanto stazione appaltante potrà dare il via alla gara d’appalto.

La delibera è registrata il 1 giugno alla Corte dei Conti e non include -come anticipato dagli interventi politici delle settimane scorse sulla stampa- la destinazione dei ribassi d’asta alla realizzazione della tangenziale di Tirano, accordo che invece si era trovato in sede di Collegio di Vigilanza. Quest'ultimo risvolto dovrebbe essere corretto in occasione della prossima seduta del Cipe.

Fonte: Gazzetta Ufficiale

giovedì 14 giugno 2012

Statale38: fermi i lavori del 1° stralcio

L'impresa appaltatrice non paga i fornitori e loro, imprese locali, scrivono a palazzo Muzio chiedendo un interessamento per sbloccare la situazione. E anche i lavori che, nel frattempo, si sono fermati.

Nuvole nere sul cantiere della nuova Statale 38 in Bassa valle. Da qualche settimana i lavori sui rilevati si sono bloccati e lo stop, se non sarà interrotto al più presto, rischia seriamente di far slittare i tempi di consegna dell'intero cantiere che sarebbe dovuto terminare alla fine di ottobre.

Il problema sembra essere tutto legato al contenzioso aperto tra Anas e l'impresa Salini in merito ai lavori extra costi e cioè le riserve. Tra i due ci sarebbe un accordo bonario che però non è stato ratificato da nessuna autorizzazione romana. «E non si tratta di un problema di governo - prova a spiegare la situazione Ugo Parolo -, quanto piuttosto del sistema burocratico che è autoreferenziale». Il punto però è che senza ratifica di questo o quel funzionario di vedere soldi non se ne parla.

Un problema serio in un momento in cui tutto il comparto, in particolare quello edile, soffre di mancanza di liquidità. Ed è proprio per questa ragione che le imprese locali - cinque quelle che hanno firmato la missiva - hanno scritto al presidente della Provincia Massimo Sertori chiedendo un interessamento. Lui assicura la massima attenzione, ma al tempo stesso eccepisce sulla scelta della Salini di far ricadere sui fornitori i problemi con Anas, richiamando il cosiddetto rischio d'impresa. «Posso capire le difficoltà della Salini e la dialettica con Anas - dice Sertori -, ma al di là di tutto i fornitori devono essere pagati. A maggior ragione in un momento delicato come questo».

Fonte: La Provincia di Sondrio



“In questa fase tanto difficile, con i cittadini preoccupati per la crisi economica e oberati dalle tasse, non avrei mai voluto aggiungere un problema ulteriore, ma la situazione è talmente difficile da non poter essere sottaciuta. Il blocco dei lavori sul primo tratto della nuova statale 38, che rischia di far slittare al 2013 l’apertura, e l’errore nella delibera del Cipe, che mette in dubbio i finanziamenti per la tangenziale di Tirano, esigono un impegno straordinario che come Lega Nord garantiamo. Faremo quanto nelle nostre facoltà per risolvere questi problemi e realizzare un progetto che tutti attendiamo da troppo tempo”. Così il parlamentare valtellinese Jonny Crosio commenta la notizia del contenzioso in atto tra Anas e l’impresa appaltatrice, la Claudio Salini Spa, con il conseguente blocco dei pagamenti ai fornitori locali, che ha rallentato i lavori per l’esecuzione della nuova arteria. “È giusto che i cittadini sappiano quanto sta avvenendo – continua Crosio –: la situazione è difficile. Detto ciò, noi non ci arrendiamo, il nostro impegno non è mai venuto meno. Come Lega Nord sia in maggioranza che oggi all’opposizione, seppure con qualche difficoltà in più nel farci ascoltare da ministri e sottosegretari, stiamo lavorando per risolvere i problemi. Io personalmente, consapevole dei pericoli, ho seguito l’iter burocratico della delibera del Cipe, evidenziando per tempo l’errore che rischia di farci perdere i fondi per la tangenziale di Tirano. Non ho voluto allarmare nessuno ma solo rendere noto un problema, e l’errore c’è: da informazioni in mio possesso sul tavolo del viceministro Mario Ciaccia ci sarebbe la richiesta per un nuovo passaggio al Cipe. Di questo ho informato i vertici del mio partito che hanno assicurato la massima collaborazione: con il gruppo e i rappresentanti nelle commissioni faremo pressioni con gli strumenti che come parlamentari abbiamo a disposizione. Io ho immediatamente presentato un’interrogazione al ministro Corrado Passera e attendo la sua risposta”.

Fonte: Vaol

martedì 5 giugno 2012

Comitato di Zona: assemblea pubblica

COMITATO DI ZONA MORBEGNO 3
e-mail: morbegno3@morbegno.it

7 GIUGNO 2012 – ore 20.30
presso Oratorio Chiesa di Paniga

ASSEMBLEA PUBBLICA

ORDINE DEL GIORNO

1) Relazione progetto messa in sicurezza del versante retico a rischio idrogeologico.
Relatori:
- Mauro Orlandi, Responsabile Area Lavori Pubblici del Comune di Morbegno
- Francesco Bongio, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Morbegno
- Progettista dei lavori

2) Tavolo lavoro S.S. 38: Comunicazioni.
3) Dibattito sulla sicurezza viabilità frazioni retiche
4) Informazioni sulle iniziative del Comitato di Zona Morbegno 3.
5) Varie ed eventuali.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

IL PRESIDENTE     
Maurizio Pasina

Pulizia sentieri: uscita del gruppo Nuvola

«Il Comitato di Zona Morbegno 3 vorrebbe ringraziare il gruppo di Campovico "Nuvola/Nuvolette e simpatizzanti" per aver offerto nella giornata di domenica 27 Maggio, il suo contributo alla cura del territorio». Sono queste le parole di Maurizio Pasina, presidente del Comitato di Zona nel descrivere la lodevole iniziativa andata in scena nello scorso fine settimana. 

Una ventina di volontari divisi in squadre si sono "avventurati" nella pulizia del tratto di strada, della lunghezza di circa 1600 metri, in parte asfaltata e in parte in selciato che parte dalla chiesa di Campovico e raggiunge la frazione di Cermeledo. Nell'intervento generale sono state pulite le griglie di scolo le cunette e non per ultimo è stato effettuato lo sfalcio dell'erba e degli infestanti. «A fine lavori - conclude un soddisfatto Pasina - per onorare degnamente la giornata, ci siamo ritrovati presso il bar della Posta di Campovico per un pranzo in allegria. 

Come Presidente del Comitato di Zona Morbegno 3, ritengo e vorrei far presente all'amministrazione comunale che il volontariato è sicuramente parte integrante del territorio, ma che non deve sostituirsi ed effettuare le manutenzioni ordinarie che sono a carico delle ditte specializzate che hanno in appalto le manutenzioni. Il lavoro che abbiamo appena eseguito è stato dato in carico a noi con una specifica convenzione, ma ce ne sono altri che non spettano al volontariato. Sarebbe auspicabile che gli uffici competenti verificassero periodicamente l'effettiva efficacia ed efficienza dei lavori in appalto. La stessa problematica, infatti, si presenta attualmente anche sul tratto di strada Tovate-Torchi Bianchi»


Fonte: Centro Valle, sabato 2 giugno 2012

Statale38: sito informativo

Alla scheda dedicata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si affianca oggi uno spazio in rete curato dall'Ass. ai LL.PP. del Comune di Morbegno Francesco Bongio, specialista della materia dal punto di vista professionale e protagonista politico del tema: variantess38.morbegno.it



giovedì 24 maggio 2012

Colmen: riaperti due sentieri sul versante est


Due sentieri messi a nuovo sulla Colmen: le foto dell'inaugurazione
I volontari dell'associazione Colmen la Montagna Magica hanno lavorato per circa un anno.

Venerdì 18 maggio, nell'ambito del progetto Folk(o)lore, l'associazione Colmen la Montagna Magica ha inaugurato due sentieri della Colmen, da poco restaurati.

Il progetto Folk(o)lore - Sulle orme della Colmen tra sentieri e storia del passato è stato portato avanti dall'associazione in collaborazione alla scuola di Campovico ed è stato reso possibile grazie al cofinanziamento della Fondazione Pro Valtellina all’interno di un bando del 2011.
La finalità principale era il recupero di due sentieri che un (tempo) venivano utilizzati per il collegamento dell’abitato di Desco con la nativa parrocchia di Caspano (circa 1400/1500). Il lavoro svolto dall’Associazione e dai suoi instancabili volontari è stato quello di andare a recuperare e ripristinare due sentieri, un tempo assiduamente utilizzati ed ora abbandonati.
I volontari dell’associazione, in circa 12 mesi, sono riusciti a rendere praticabili tutti e due i tracciati, andando a riaprire le vecchie tracce, ripristinando il fondo calpestabile ed inserendo dei piccoli accorgimenti per la messa in sicurezza degli escursionisti, installando delle bacheche, posizionando la segnaletica ed i cartelli indicativi dei tracciati.

I SENTIERI
I due tracciati offrono agli escursionisti un diverso sguardo sulla valle, per certi versi particolare vista la bizzarra posizione della Colmen (Culmine di Dazio), questo intervento va a completare una bella rete sentieristica già presente ma che lasciava però scoperta proprio il versante oggetto dell’intervento.
Brevemente i due sentieri si sviluppano sul versante est della Colmen. Il primo (inaugurato con il nome di Sentiero Belvedere) parte da Desco e sale fino a Dazio, mentre il secondo (inaugurato con il nome di Sentiero di cresta Est) parte circa a metà del primo tracciato e si inerpica sulla costa della montagna fino a guadagnare la cima ad una quota di 916 metri s.l.m.
 A metà del sentiero Belvedere in una zona di interesse panoramico è stato installato anche un tavolo dove l’escursionista può fermarsi rifocillandosi e riposando.
Il coinvolgimento degli alunni del 2° Circolo di Morbegno, in particolare quelli appartenenti alla scuola primaria G. Parravicini, il Gianolo di Campovico, ha portato avanti delle azioni didattico formative, andando a coinvolgere i ragazzi, portandoli a contatto diretto con il territorio coinvolgendo otre che agli alunni le insegnanti i genitori ed esperti.

venerdì 18 maggio 2012

Statale38: scheda del MIT

Accessibilità stradale Valtellina
Variante di Morbegno dallo svincolo di Fuentes allo svincolo di  Tartano –  2° stralcio

  1. Presentazione dell’opera:

L’infrastruttura rappresenta il by-pass dell’abitato di Morbegno e rappresenta il naturale proseguimento del lotto già appaltato, ma con riduzione del sedime stradale. Infatti dopo un breve tratto di transizione in prossimità dello svincolo di Cosio la piattaforma stradale da una sezione a quattro corsie passa ad una sezione a due sole corsie.
Il tracciato, ha inizio in prossimità dello svincolo di Cosio e si sviluppa in sinistra orografica dell’Adda. Superata la confluenza tra i due fiumi si prosegue in sotterraneo affrontando dapprima la galleria “Selva Piana” e successivamente, dopo avere superato una  stretta gola con il viadotto “Tovate”, ed un tratto in rilevato, si rientra in  galleria denominata galleria “Paniga”. Al termine segue il viadotto sul fiume Adda ed un successivo tratto di rilevato in corrispondenza dello svincolo  finale del Tartano. La soluzione proposta inizia alla progressiva km 8+945.70 in prossimità con lo svincolo di Cosio Valtellino e termina alla progressiva km 18+601.56 in corrispondenza della intersezione con la S.S. n. 38 attuale, per una lunghezza totale di km 9+655.86.
Regione interessata: Lombardia
Tipologia dell'opera: corridoio strategico

2. Dati economico-finanziari:

Opera confermata  dal Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) del 6 dicembre 2011 e approvata dal Cipe del 23 marzo 2012
Costo totale: 280,122 milioni di €
  • Di cui Legge Obiettivo e articolo 32 comma 1 Legge 111/2011: 110,1 milioni di €
  • Altre risorse pubbliche  
  • Enti locali e Regione: 170 milioni di €
  • Unione Europea  
  • Privati
Pagamenti Stato Avanzamento Lavori: 0

3. Cronoprogramma dell'opera:

L'immagine rappresenta il cronogramma del progetto: Gara (in corso di formulazione), Fine progetto esecutivo Dicembre 2012, Contratto ed inizio lavori Primo semestre 2013, Fine lavori prevista Primo semestre 2017
* In corso di formulazione        

Progetto definitivo:  

  • Inoltro Struttura Tecnica di Missione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti:27.2.2009  
  • Approvazione CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica): 23.3.2012    
  • Registrazione Corte dei Conti: in corso di registrazione   

Progetto esecutivo:   

  • Inizio progetto esecutivo previsto: primo semestre 2012
  • Fine Progetto esecutivo: dicembre 2012

Stato di avanzamento dei lavori:

  • Gara prevista: in corso di formulazione
  • Contratto previsto: primo semestre 2013
  • Inizio lavori: primo semestre 2013
  • Fine lavori prevista: primo semestre 2017 

4. Approfondimenti e prossimi passi:

Il progetto è stato approvato dal CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) nella seduta del 23 marzo 2012.  È in corso la registrazione della Delibera del CIPE da parte della Corte dei Conti. La Struttura Tecnica di Missione del Ministero delle Infrastrutture  e dei Trasporti vista la pericolosità dell’attuale rete stradale e quindi della urgenza ricoperta dall’opera in esame sta verificando la opportunità di contenere al massimo i tempi necessari per il completamento della gara e l’apertura dei cantieri.

Fonte: cantieri.mit.gov.it

mercoledì 9 maggio 2012

venerdì 13 aprile 2012

Cava del Tartano: uno scherzo?

Come si vociferava da più parti, arriva conferma dal bollettino comunale di Talamona di aprile 2012 a pag.2 (vedi scansione) : l'editoriale del Sindaco riporta testualmente: "La Cava sappiamo tutti com'è finita: la Ditta Salini che sta costruendo la nuova SS38, dopo che la Provincia ha contattato tutti i proprietari, dopo che la Ditta Salini ha recintato tutta l'area interessata allo scavo, dopo che ha tagliato le piante che ostruivano la coltivazione della cava, ha constatato che il materiale del Tartano non era idoneo per fare il rilevato della nuova strada".

Ora ci si chiede: possibile che dopo tutto il faticoso e lungo l'iter della statale tra autorizzazioni, ricorsi al TAR, sospensive del Consiglio di Stato, sentenze definitive (settembre 2011) gli attori protagonisti (ANAS-Provincia-Impresa Salini) scoprano solo a posteriori l'inutilizzabilità del materiale oggetto del contendere? Chi pagherà i maggiori costi (milioni di euro!) già preannunciati per l'utilizzo di altre cave? Ed il ritardo sul cronoprogramma originario? Che sia un ottimo alibi, da far passare sotto silenzio?

martedì 3 aprile 2012

SS38: Le frazioni penalizzate.Previste mitigazioni

Saranno le frazioni a essere maggiormente penalizzate dal passaggio della futura tangenziale che sposterà gran parte della circolazione stradale in salita e in discesa, dal centro cittadino verso le retiche.

Più mezzi, prima, per la presenza del cantiere che resterà operativo per circa 3 anni e mezzo, ma anche dopo la conclusione dei lavori, con un prevedibile aumento dell'inquinamento acustico e atmosferico nella zona. Per la realizzazione dei lavori dell'infrastruttura viaria sono stati individuati 4 cantieri principali oltre a 3 aree tecniche, all'imbocco ovest ed est della galleria Selva Piana e all'ingresso ovest del tunnel Paniga.

Si prevede il reimpiego dei materiali risultanti dagli scavi per la costruzione dei rilevati stradali, la realizzazione di drenaggi, stabilizzati e calcestruzzi e per i ritombamenti-rimodellamenti. Il materiale proveniente dagli scavi delle due gallerie e dei cunicoli di emergenza, circa 1.350.000 metri cubi, coprirà gran parte del fabbisogno. Il progetto prevede anche significative opere di mitigazione ambientale e paesaggistica e interventi di abbattimento dell'inquinamento atmosferico e acustico, che sono stati proposti dal Comune (con la commissione a suo tempo costituita dai cittadini) e recepite in sede di progettazione definitiva.

«Per quanto riguarda gli scavi - ricorda Bongio - visto che ci troviamo su un versante particolarmente fragile abbiamo chiesto che si utilizzino dispositivi adeguati come le micromine per prevenire fenomeni di dissesto idrogeologico sul versante montuoso. Per ridurre al minimo i disagi per la circolazione abbiamo chiesto interventi sulla viabilità» nei quali potrebbe rientrare anche la tangenzialina di Campovico, che però non tutti vogliono. È stata chiesta poi una particolare attenzione alle sorgenti sotterranee e piste di accesso per i mezzi di soccorso dalle frazioni.

Per cercare di mitigare l'impatto ambientale sul viadotto Tovate, all'uscita del tunnel sarà inserita una struttura metallica, ma per le parti in rilevato saranno effettuati particolari inserimenti paesaggistici con terra rinforzata e piantumazioni. Altra richiesta accettata quella di salvaguardare la vecchia deviazione della centrale ex Fs, così da garantire un possibile utilizzo per il deflusso delle acque. «Ricordo - conclude Bongio - che il 12 maggio del 2009, alla conferenza dei servizi al ministero, ci fu un consenso unanime sul progetto definitivo e in quell'occasione illustrai le nostre proposte e chiesi che venissero messe a verbale e recepite in sede di stesura del progetto esecutivo, come adesso ci auguriamo che si faccia».

Fonte: La Provincia di Sondrio

lunedì 2 aprile 2012

Calendario iniziative 2012

DATAINIZIATIVAORGANIZZATORE
aprilegita Venezia e riviera del BrentaPro Loco Paniga, Ass. Colmen
maggiogita enogastronomicaPro Loco Paniga, Ass. Colmen
maggiogiornata pulizia sentieriPro Loco Paniga, Ass.Colmen, Gruppo NuVolA, Ass. Torchi Bianchi
11 giugnoinizio torneo di Calcio, PanigaPro Loco Paniga
lugliopasseggiata in montagnaPro Loco Paniga
7 lugliofinale torneo di Calcio, PanigaPro Loco Paniga
21-22 lugliofesta patronale di DescoAss.Colmen
22 lugliotorneo di Volley, PanigaPro Loco Paniga
29 lugliofesta patronale di CermeledoParrocchia
4 agostotorneo di Calcio...Estivo, PanigaPro Loco Paniga
16 agostospaghettata di Ferragosto, DescoAss.Colmen
31 agosto, 1-2 settembre23° festa di PanigaPro Loco Paniga
16 settembrefesta patronale di CampovicoParrocchia
ottobregiornata pulizia sentieriPro Loco Paniga, Ass.Colmen, Gruppo NuVolA, Ass. Torchi Bianchi
14 ottobrecastagnata, DescoAss.Colmen
18 novembregita "Festa del Torrone", CremonaPro Loco Paniga, Ass. Colmen
23 dicembrefesta di NatalePro Loco Paniga, Ass.Colmen, Gruppo NuVolA, Parrocchia

CSI: 6° ritorno

GIORNATA 6°Ritorno
30-03-2012 20:301Valmalenco4Stop Over1
30-03-2012 21:002Villa di Chiavenna2AC Albaredo3
30-03-2012 21:002DMA Triangia2Rapid Paniga3
30-03-2012 21:302Immondi Cani2L'Auto4
31-03-2012 18:002Centrauto3Petroil4

CLASSIFICA Eccellenza
SquadraGio.Pun.VintePersePareggiVitt.Rig.Reti FReti SDiff.Reti
CTTOTCTTOTCTTOTCTTOTCTTOTCTTOT
Petroil143565110221011012120419162516
AC Albaredo153054922402201125214616183412
Villa di Chiavenna152853832502202225214616143016
Real Libertas1425448325101000201131169256
Rapid Paniga1522336246303101182139202343-4
L'Auto14214262461120111718351122332
Stop Over1418505257022011181230142236-6
DMA Triangia1418246448000000101424161531-7
Immondi Cani1418314156224022181331172542-11
Valmalenco1415415369000000261743232750-7
Centrauto1571126612101000211435242852-17

venerdì 30 marzo 2012

Sentiero Valtellina: a Morbegno qualcosa si muove!

Una delle manchevolezze, la più macroscopica del prezioso Sentiero Valtellina inizia ad intravedere una soluzione: il tratto morbegnese potrà finalmente ricevere i primi interventi, pur lasciando sul tavolo un paio di questioni di non poco conto. Questo è in estrema sintesi ciò che emerge dall’assemblea congiunta dei Comitati di Zona 2 e 3 tenuta ieri sera a Morbegno.

Introdotti dai presidenti dei Comitati, gli interventi di approfondimento hanno toccato dapprima l’ambito delle scelte politiche con il presidente della Comunità Montana Vaninetti, quindi l’aspetto squisitamente tecnico dei progetti definitivi con l’ingegnere Mossini e l’ampia relazione forestale sui Sistemi Verdi del dottor Buzzetti, infine l’assessore Pinciroli ha inquadrato i risvolti comunali complementari.
Da SentieroValtellina

Tra le priorità individuate è a buon punto l’iter per la passerella sul Bitto (#1 in immagine), onde poter connettere Morbegno con il sentiero che attualmente termina al centro sportivo di Regoledo (#2) secondo un tracciato che in territorio di Regoledo è ancora da definire (varianti in azzurro). Altra priorità la direttrice principale del Sentiero, che si è deciso di portare sulla riva destra dell’Adda con un passaggio sull’isola dirimpetto alla curva della Valletta (#3) per superare in passerella il ramo principale del fiume e proseguire sull’argine fino al ponte di Ganda (#4). Al ponte di Ganda assisteremo ad una prima interruzione per un tratto breve quanto potenzialmente pericoloso: i fondi disponibili non consentiranno di mettere in sicurezza la pista per un centinaio di metri, pertanto i cicloturisti dovranno utilizzare la viabilità esistente convivendo con l’aumentato traffico apportato dal prossimo allargamento della strettoia a cura della Provincia, nonché dai mezzi per la centrale SEM e la base di cantiere della nuova Statale 38.

Una parte dell’argine esistente consentirà di riprendere la pista fino alla centrale SEM (#5), qui il tracciato già predisposto (in blu) nel corso dei recenti lavori al parco della Bosca verrà asfaltato fino al ponte di Paniga per una larghezza standard di 2,5 metri. E’ da sottolineare che la scelta di transitare in sponda destra, attraversando il parco aumenta -a nostro avviso- il valore di quanto fatto fin qui e caratterizza maggiormente il Sentiero Valtellina rispetto alla scelta più facile e probabilmente meno costosa della sponda opposta (in arancio), che tuttavia potrà essere adeguata successivamente con il contributo dei comuni. In particolar modo con gli eventuali ribassi d’asta si ipotizza una ripiantumazione di specie arboree differenti per il tratto di lungo Adda dell’Isola di Talamona, che garantiscano una minore emersione superficiale delle radici, con il rifacimento del fondo stradale attualmente sconnesso.
Da SentieroValtellina

Tornando a Morbegno lo scenario prefigurato dall’assessore Pinciroli prevede la configurazione di sedi ciclabili lungo il Bitto, l’Adda e sulla viabilità principale: via Forestale, via al Bitto/Conti Melzi di Cusano/Quinto Alpini, nonché un nuovo raggio che da via Prati Grassi andrà ad intercettare il lungo Adda. Nulla di certo si sa circa la passerella ciclopedonale proposta da SEM (#6) che pure ha animato la precedente assemblea del Comitato di Zona 3: pare si stiano valutando alcuni problemi tecnici, ma ci piacerebbe tener viva per Campovico un’ipotesi già prospettata in assemblee precedenti che meriterebbe un serio approfondimento , ovvero il riutilizzo di alcuni tracciati dismessi per connettere (itinerario fucsia) un percorso di passeggiata alternativo al “budello” di via Mazzini, dalla centrale sino alle prime case di Paniga.
Da SentieroValtellina

Proprio a Paniga è posto l’interrogativo più grosso per i destini del Sentiero Valtellina, come arrivare a connettersi alla terminazione attuale al Chiosco del ponte (#7)? Le ipotesi (in rosso) sono diverse e tutte, purtroppo troppo costose per le finanze attuali: la salita a Desco con riqualificazione della vecchia strada sarebbe viabilisticamente semplice, ma assai sconveniente per il disgaggio di messa in sicurezza del versante, il passaggio su Talamona è tutto da verificare come l’aggancio al viadotto del Tartano esistente. Un tracciato proposto anche dal pubblico che meglio aderisce al concetto del Sentiero per itinerario, pendenze e filosofia è probabilmente il recupero del vecchio tracciato della Statale, ma la Comunità Montana intende stanziare 60 mila euro per l’indizione di concorso di idee mirato.

venerdì 23 marzo 2012

CIPE: sì ai fondi per la Cosio-Tartano

[...] il Cipe ha approvato lo stanziamento di circa 2,5 miliardi, tra fondi pubblici e privati, per nuove opere infrastrutturali e interventi di manutenzione straordinaria. Tra le principali opere finanziate, oltre ai 600 milioni destinati agli interventi dei contratti di programma di Anas e Rfi per il 2012, figurano: 50,1 milioni per Strada Statale 38 in Valtellina, variante di Morbegno dal km 15 al km 17,5 (dovrebbe essere dal km 9.3 , ndr) , che rende possibile un investimento di 280 milioni; [...]

Fonte TG1

mercoledì 14 marzo 2012

Comitato di Zona: assemblea pubblica

I Comitati di Zona Morbegno 2 e 3
indicono congiuntamente per 

giovedì 29 MARZO 2012 alle ore 20.30
presso l’aula magna della Scuola Elementare “Damiani” di Via Prati Grassi

ASSEMBLEA PUBBLICA

ORDINE DEL GIORNO:
1) Sviluppo e valorizzazione del Sentiero Valtellina – Relatori: Ing. Dario Mossini e Dott. Italo Buzzetti - Ersaf Direzione PLIS Bosca.

2) Presentazione del progetto “Piste ciclabili di collegamento del Sentiero Valtellina con il sistema della mobilità sostenibile e il centro storico di Morbegno” – Relatore: Assessore Urbanistica Comune di Morbegno Arch. Cristina Pinciroli.

All’incontro parteciperà il Presidente della Comunità Montana di Morbegno Alan Vaninetti.

venerdì 9 marzo 2012

Statale38: Cosio-Tartano OK dal pre-CIPE

Per il secondo tratto da Cosio al Tartano, ovvero la cosiddetta "Tangenziale di Morbegno" è arrivato in mattinata l'OK (con riserva di verifica tecnico-economica) della riunione preparatoria del CIPE.

Tralasciando le "esultanze politiche" di ogni colore, le prospettive indicate dall'assessore Bongio dovrebbero essere le seguenti:

«Oggi c'è stata l'approvazione al Pre-CIPE, la pubblicazione ufficiale richiede circa un paio di mesi e quindi si presume che avverrà entro maggio 2012. Subito dopo si darà inizio alla gara Anas e saremo quindi al mese di giugno: a quel punto ci vorrà circa un anno (visto l'importanza dei lavori) per l'aggiudicazione all'impresa che sarà circa ad aprile 2013. L'impresa aggiudicataria, presumibilmente verso agosto 2013, consegnerà il progetto esecutivo e i lavori inizieranno intorno a settembre 2013. Infine se il cantiere si presume durerà circa tre anni, la fine dei lavori si prospetta per ottobre 2016»

FONTI: Vaol #2 Vaol #1

lunedì 20 febbraio 2012

Ciao Monia!

Non ci sono parole che riescano a contenere il dolore per una vita che si interrompe,
specie se nel fiore degli anni ed in modo tanto inatteso.
Nella nostra fragile miseria non cessiamo di interrogarci sul senso di tutto questo,
chi più in affanno, chi col conforto di una fede.

Vorrei volare ma non posso,
E resto fermo qua
Su questo piano che si chiama terra
Ma la terra si ferma
Appena mi rendo conto
Di avere perso la metà del tempo
E quello che mi resta è di trovare un senso
Ma tu, sembri ridere di me,
Sembri ridere di me
E tu lo chiami Dio
Io non do mai nomi
A cose più grandi di me
Perché io non sono come te
Ma conosco l’amore
Io, io che ho visto come te
Dritto in faccia il dolore
Vorrei volare ma non posso
e spingermi più in là
Adesso che si fa silenzio attorno
Ma il silenzio mi parla
Devo combattere con le mie lacrime,
mica con una poesia
E non c’è ordine nei letti d’ospedale
Come in una fotografia rivedo
dritta sulle spalle la mia figura.
E tu lo chiami Dio
Io non do mai nomi
A cose più grandi di me
Perché io non sono come te
E tu lo chiami Dio
Io non do mai nomi
A cose più grandi di me
Perché io non sono come te
Ma conosco l’amore
Io, che ho visto come te
Dritto in faccia il dolore
E tu lo chiami Dio
Io non do mai nomi
A cose più grandi di me
Perché io, io sono come te


(E.Finardi)


venerdì 10 febbraio 2012

Sirta, la minaccia e poi ruba l'auto

Rischia la denuncia per rapina l'uomo che l'altra sera, minacciando una donna di Sirta con un bastone, si è impadronito della sua auto e se ne è andato in fretta e furia.

Alla vittima, comprensibilmente scossa per l'accaduto, non è restato altro da fare che rivolgersi ai carabinieri di Morbegno per raccontare quello che le era appena successo. I militari, anche grazie agli elementi forniti dalla donna, non ci hanno messo molto a capire la situazione.

Poco dopo, infatti, la vettura è stata ritrovata. Era parcheggiata sulla strada in frazione Paniga, proprio vicino alla casa del presunto responsabile, una persona di poco più di 40 anni già da tempo conosciuto dalle forze dell'ordine, per lo più per reati connessi all'uso di sostanze stupefacenti.

Subito dopo, ovviamente, sono cominciati una serie di accertamenti. La vicenda, per la quale in un primo momento era stato dato l'allarme anche alle altre forze dell'ordine della provincia. Ma il dispiegamento di forze non è stato necessario.

Poche ore dopo l'accaduto la vettura era stata ritrovata. Restano adesso da chiarire i contorni esatti della vicenda e da stabilire se ci siano elementi a carico del sospettato, che peraltro anche nel recente passato era stato coinvolto in un'indagine per un'auto rubata.

da La Provincia di Sondrio

mercoledì 25 gennaio 2012

Strettoia di Ganda: lavori in primavera

Fine delle attese: l'allargamento della strettoia del ponte di Ganda parte la prossima primavera. 
Da anni l'attendevano tutti, istituzioni locali e cittadini che sull'ampliamento al brusco restringimento della carreggiata (due auto insieme in quel punto non ci passano) sulla provinciale Valeriana nel Comune di Civo poco sopra al ponte di Ganda (tratto di cui beneficiano gli abitanti della frazione morbegnese di Campovico) avevano addirittura sollevato una protesta popolare proponendo una raccolta firme.
Adesso da palazzo Muzio arriva la conferma, «abbiamo previsto l'appalto di questo intervento per la prossima primavera in modo da sbloccare i lavori che avevamo in programma da tempo», spiega l'assessore ai Lavori pubblici Silvana Snider. La Provincia per la verità aveva messo in conto da parecchio l'avvio delle opere sul budello stradale che si trova sopra il ponte morbegnese: il progetto per allargare e mettere in sicurezza la strettoia sino all'incrocio per Dazio c'è da un po'e ci sono pure i soldi, 500mila euro, per metterlo in pratica. A mettersi in mezzo sinora, invece, c'è stata la burocrazia - leggi vincoli del patto di stabilità - che ha bloccato l'atteso intervento sul quale Provincia e Comuni di Civo e di Morbegno avevano preso accordi quasi tre anni fa.

Ufficio postale: nuovi orari

Orario più ampio per le poste di Campovico

Garantita l'apertura ulteriore anche per due sabati mensili.

Poste Italiane e l’Amministrazione Comunale di Morbegno hanno raggiunto un accordo per agevolare l’accesso dei Cittadini ai servizi offerti dall’ufficio postale di Campovico. A partire dal prossimo mese di febbraio l’ufficio situato in Piazza Vittoria 3 modificherà il proprio orario di apertura.

Dal 1° febbraio gli sportelli saranno a disposizione della clientela nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 8,30 alle 14,00.  
Inoltre, al fine di consentire un accesso adeguato ai servizi a tutte le categorie di Cittadini, è stato deciso di garantire un’ulteriore apertura per il secondo e quarto sabato di ogni mese, dalle 8,30 alle 12,30, ampliando in tal modo in misura sensibile l’orario medio mensile di apertura.

Il Direttore della Filiale di Sondrio, Marco Valsecchi, ha dichiarato: “Poste Italiane conferma la propria attenzione alle esigenze della clientela e intende garantire un accesso adeguato alla propria offerta, anche accogliendo ove possibile i suggerimenti delle Istituzioni e Associazioni locali. Siamo certi che la soluzione individuata consentirà di rispondere adeguatamente alle aspettative dei Cittadini”.

Il Sindaco di Morbegno, Alba Rapella, ha aggiunto: “Ringrazio il Direttore, dott. Valsecchi, per l’attenzione mostrata nei confronti delle istanze dei cittadini di cui mi sono fatta portavoce. Ritengo che l’organizzazione proposta sia un adeguato compromesso: se infatti l’apertura del sabato viene garantita solo a settimane alterne, d’altro canto si è ottenuto un significativo incremento dell’orario di apertura al pubblico. Sono certa che di ciò i residenti nelle frazioni retiche troveranno beneficio.”