giovedì 24 maggio 2012

Colmen: riaperti due sentieri sul versante est


Due sentieri messi a nuovo sulla Colmen: le foto dell'inaugurazione
I volontari dell'associazione Colmen la Montagna Magica hanno lavorato per circa un anno.

Venerdì 18 maggio, nell'ambito del progetto Folk(o)lore, l'associazione Colmen la Montagna Magica ha inaugurato due sentieri della Colmen, da poco restaurati.

Il progetto Folk(o)lore - Sulle orme della Colmen tra sentieri e storia del passato è stato portato avanti dall'associazione in collaborazione alla scuola di Campovico ed è stato reso possibile grazie al cofinanziamento della Fondazione Pro Valtellina all’interno di un bando del 2011.
La finalità principale era il recupero di due sentieri che un (tempo) venivano utilizzati per il collegamento dell’abitato di Desco con la nativa parrocchia di Caspano (circa 1400/1500). Il lavoro svolto dall’Associazione e dai suoi instancabili volontari è stato quello di andare a recuperare e ripristinare due sentieri, un tempo assiduamente utilizzati ed ora abbandonati.
I volontari dell’associazione, in circa 12 mesi, sono riusciti a rendere praticabili tutti e due i tracciati, andando a riaprire le vecchie tracce, ripristinando il fondo calpestabile ed inserendo dei piccoli accorgimenti per la messa in sicurezza degli escursionisti, installando delle bacheche, posizionando la segnaletica ed i cartelli indicativi dei tracciati.

I SENTIERI
I due tracciati offrono agli escursionisti un diverso sguardo sulla valle, per certi versi particolare vista la bizzarra posizione della Colmen (Culmine di Dazio), questo intervento va a completare una bella rete sentieristica già presente ma che lasciava però scoperta proprio il versante oggetto dell’intervento.
Brevemente i due sentieri si sviluppano sul versante est della Colmen. Il primo (inaugurato con il nome di Sentiero Belvedere) parte da Desco e sale fino a Dazio, mentre il secondo (inaugurato con il nome di Sentiero di cresta Est) parte circa a metà del primo tracciato e si inerpica sulla costa della montagna fino a guadagnare la cima ad una quota di 916 metri s.l.m.
 A metà del sentiero Belvedere in una zona di interesse panoramico è stato installato anche un tavolo dove l’escursionista può fermarsi rifocillandosi e riposando.
Il coinvolgimento degli alunni del 2° Circolo di Morbegno, in particolare quelli appartenenti alla scuola primaria G. Parravicini, il Gianolo di Campovico, ha portato avanti delle azioni didattico formative, andando a coinvolgere i ragazzi, portandoli a contatto diretto con il territorio coinvolgendo otre che agli alunni le insegnanti i genitori ed esperti.



L'INAUGURAZIONE
La giornata di venerdì 18 è partita con l’inaugurazione del sentiero Belvedere presso la bacheca installata a Desco, dove è stata affissa una targa commemorativa, di seguito i volontari dell’Associazione hanno accompagnato gli alunni della classi 4° e 5° di Campovico con i genitori lungo i tracciati dei sentieri, circa a metà durante una breve sosta c’è stato un piccolo intervento della direttrice del museo di Morbegno che ha spiegato le origini della Colmen dando delle notizie interessanti sul territorio, sulla fauna e vegetazione. La camminata è proseguita fino alla cima dove è stata affissa una seconda targa su un’altra bacheca.
Verso le ore 11 ci siamo incamminati verso Dazio, dove ci aspettavano le rimanenti classi 1°, 2° e 3° con i genitori e dove abbiamo proseguito pranzando tutti insieme presso la struttura della Pro Loco di Dazio, il pranzo è stato preparato dai volontari dell’associazione e da alcuni simpatizzanti.
La giornata si è conclusa in un pomeriggio di gioco e divertimento, fino a quando gli alunni si sono incamminati verso la scuola di Campovico.
Magnifica Giornata all’interno della quale ci siamo sentiti veramente soddisfatti del lavoro svolto, ripagato dalla felicità dei bambini e dei tanti complimenti dei genitori.

RINGRAZIAMENTI
L'Associazione vuole ringraziare il Cai di Morbegno per tutto il materiale fornito necessario alla segnaletica, pittura e cartelli, le Amministrazioni di Dazio, Ardenno e Morbegno per il loro appoggio con la concessione del patrocinio al progetto, il Comune di Morbegno per aver regalato le due bacheche installate. Ringraziamenti, inoltre, alle Pro Loco di Dazio e di Paniga per l’appoggio fornito con strutture e materiale e al museo di Morbegno, in particolare alla direttrice Gabriella Bianchi.

Fonte: Vaol

Nessun commento: