venerdì 20 luglio 2012

CAI Morbegno - 50x50: Teo presente!

A rappresentare Paniga nell'evento organizzato per i cinquant'anni del CAI Morbegno ha pensato Teo, qui immortalato sulla cima del Badile: congratulazioni e...la prossima volta non scordare la maglia ufficiale!!! 






50 cime e 246 alpinisti: successo per i festeggiamenti del Cai. 
L'iniziativa in occasione dei 50 anni della sezione di Morbegno.


LE FOTO


Domenica 15 luglio si è svolta la manifestazione delle “50 cime”. Per festeggiare i 50 anni della sezione di Morbegno del Club Alpino Italiano, si è scelto di creare appunto cinquanta gruppi che salissero, in contemporanea, altrettante cime. La manifestazione ha avuto un grande successo.


LA GIORNATA
Duecentoquarantasei alpinisti, alcuni in erba, hanno dato la loro adesione. Così sabato scorso (per le mete più lontane) o domenica mattina sono tutti partiti, ciascuno per la propria cima. La giornata di sabato non è stata metereologicamente favorevole e questo ha leggermente influito sullo svolgimento di alcune ascensioni; alcuni dei salitori delle vie più impegnative hanno infatti trovato la propria via bagnata o ghiacciata, costringendo a ripiegamenti o a cambi di meta all’ultimo istante. La coda di maltempo ha lasciato alcuni strascichi anche alla domenica mattina, per cui alcune cime sono state raggiunte in piena nebbia. Tutto sommato però tutto si è svolto per il meglio, senza incidenti o imprevisti, se non trascurabili. Il pomeriggio poi il tempo è volto decisamente al bello, asciugando e riscaldando gli infreddoliti e aggiustando gli sfondi per le fotografie. In vetta i partecipanti hanno indossato la maglietta preparata per l’occasione e hanno testimoniato il raggiungimento della meta con un autoscatto.


IL RIENTRO
Poi è cominciato il rientro verso il ritrovo finale, fissato per le 18 al complesso di San Giuseppe, a Morbegno. I salitori delle mete più vicine hanno potuto prendersela comoda e scendere con tranquillità. Gli altri, chi più chi meno, hanno dovuto coprire il dislivello, spesso di molto superiore ai 1000 metri, in tempi ristretti per arrivare puntuali all’appuntamento. Qui, i cinquanta gruppi si sono finalmente ritrovati, scambiandosi descrizioni e commenti sulla propria salita, davanti ad una cena preparata con professionalità dai volontari dell’Oratorio. Intanto nelle postazioni appositamente preparate, sono state scaricate le fotografie di cima e direttamente proiettate durante la serata. I brindisi finali hanno chiuso la manifestazione.

Fonte: ufficio stampa - Vaol

Nessun commento: