giovedì 19 luglio 2012

Strettoia di Ganda: a settembre i lavori

MORBEGNO - Allargamento della strettoia al ponte di Ganda adesso ci siamo: la Provincia ha affidato l'appalto e a settembre partono i lavori dell'opera tanto attesa dalla popolazione e dal Comune di Morbegno.

Sono soddisfatto, con questo atto finalmente si dà concretezza a un intervento che attendiamo tutti da molto tempo - dice l'assessore ai Lavori pubblici di Morbegno, Francesco Bongio, dopo l'annuncio della notizia nell'ultimo consiglio comunale - ora la parola spesa dalla Provincia sul bando e quindi sull'avvio delle opere ha un'effettiva connotazione di concretezza» che viene conferita a un intervento - che sarà realizzato dalla ditta Fimet s.p.a. di Brescia - sul quale sono dirottati 500mila euro. Nell'ultimo consiglio comunale è stata annunciata la tempistica del sospirato - perché sistematicamente rimandato - intervento viabilistico per ampliare il budello sopra al ponte di Ganda.

Da anni, infatti, questo intervento lo attendevano tutti, istituzioni locali e cittadini che sull'ampliamento al brusco restringimento della carreggiata (due auto insieme in quel punto non ci passano) sulla provinciale Valeriana nel Comune di Civo poco sopra al ponte di Ganda (tratto di cui beneficiano gli abitanti della frazione morbegnese di Campovico) avevano addirittura sollevato una protesta popolare proponendo una raccolta firme.

E in vista dell'intervento, gli abitanti delle frazioni retiche di Morbegno chiedono contemporaneamente maggiore sicurezza sulle strade che attraversano Paniga e Campovico. E lo hanno fatto in modo ufficiale durante l'ultimo comitato di zona 3 di Campovico, Paniga e Desco.

Del resto la strada che le attraversa è sfruttata come tracciato alternativo alla Statale 38, «e, siamo convinti, il traffico aumenterà in vista dell'allargamento della strettoia del ponte di Ganda - ha detto il presidente del Comitato, Maurizio Pasina - Per questo motivo abbiamo già fatto presente all'amministrazione comunale il bisogno di sicurezza che i cittadini sentono quotidianamente».

Fonte: LaProvincia

Nessun commento: